Mappa Metropolitana Roma

La metropolitana di Roma si compone di tre linee, identificate con lettere e colori diversi, per una lunghezza totale di 60 km. La prima, la linea B (di colore blu), fu inaugurata nel 1955; la seconda, la linea A (colore arancione) nel 1980; la terza, la linea C (colore verde), nel 2014. È dotata di 74 stazioni, delle quali 59 sotterranee. Sono in costruzione altre tratte della linea C, con completamento previsto entro il 2021, ed esistono sulla carta progetti di ampliamento delle tratte già esistenti della linea A e della linea B. La rete è gestita, insieme ai trasporti di superficie dall'Agenzia Trasporti Autoferrotranviari del Comune di Roma (ATAC S.p.a.). La rete è integrata da alcuni servizi ferroviari urbani e suburbani e da ferrovie regionali, che collegano la città con il resto della regione.


roma metropolitana

 

Booking.com

 

LINEA A
La linea A, caratterizzata dal colore arancione, è stata la seconda linea ad essere costruita nella città. La prima tratta della linea, Ottaviano - Cinecittà, fu inaugurata il 16 febbraio 1980 dall'allora sindaco di Roma Luigi Petroselli.
I lavori di costruzione della nuova linea furono lunghi e complessi, principalmente per la tecnica di scavo a cielo aperto, che procurò molti problemi alla viabilità. Proprio per questo i lavori si fermarono per 5 anni, prima di ricominciare con la tecnica, usata oggi, delle talpe, che se risolveva il problema della viabilità e del traffico, portava problemi ai fabbricati posti sopra il tracciato della linea. Fermi per altri 2 anni, a causa dell'attraversamento del fiume Tevere, altri problemi risultarono con un errore nel tracciato, a causa della costruzione del Ponte Nenni per l'attraversamento del fiume, e per dei ritrovamenti archeologici nei pressi di Piazza della Repubblica. Pochi mesi dopo l'inaugurazione della prima tratta, fu prolungato il tracciato a sud, con la nuova stazione di Anagnina, attuale capolinea. Tra il 1999 e il 2000, entrò in servizio il prolungamento della linea da Ottaviano a Battistini. Oggi, la linea A conta 27 stazioni (ci sono progetti per dei prolungamenti oltre il capolinea di Battistini) per una lunghezza di 18,425 km. Incontra la linea B nella stazione di Termini.

LINEA B
La linea B, caratterizzata dal colore blu, taglia la città da nord-est a sud; i suoi capolinea sono Rebibbia (nei pressi dell'omonimo istituto penitenziario) e Laurentina (subito a est del quartiere dell'EUR). Contrariamente alla sua denominazione, essendo stata inaugurata nel 1955, è non solo la prima linea metropolitana di Roma, ma anche d'Italia: infatti quella di Milano fu aperta nel 1964. La prima tratta, Termini - Laurentina fu inaugurata il 9 febbraio 1955 dall'allora Presidente della Repubblica, Luigi Einaudi. I lavori, però, erano cominciati già nei lontani anni trenta durante il ventennio fascista, come collegamento della stazione Termini, nel centro della città, con il nuovo quartiere di Roma E42 (oggi EUR), dove si sarebbe dovuta tenere l'Esposizione Universale del 1942. L'evento poi venne annullato a causa della guerra e molti tunnel della linea furono utilizzati come rifugi antiaerei. Ripresi nel 1948, i lavori si protrassero fino al 1955, anno in cui fu inaugurata. Nel 1990, da Termini, la linea fu prolungata fino all'attuale capolinea di Rebibbia, nel versante nord-est della città, e fu aperta una nuova stazione, Marconi, nel tratto preesistente. Oggi la linea B conta 22 stazioni (ci sono dei progetti per dei prolungamenti) per una lunghezza di 18,151 km. Incontra la linea A nella stazione di Termini.

LINEA C
La linea C, caratterizzata dal colore verde, è stata progettata per attraversare la città da nord-ovest, nel quartiere Della Vittoria, alla periferia est estendendosi oltre il Grande Raccordo Anulare per una lunghezza originariamente prevista di circa 25,6 km e 30 stazioni passando per il centro storico. È contraddistinta dal colore verde. La prima tratta di 15 stazioni, Monte Compatri-Pantano-Parco di Centocelle, è entrata in esercizio il 9 novembre 2014, mentre la seconda di 6 stazioni, Mirti-Lodi, è stata inaugurata il 29 giugno 2015. Risulta in costruzione un'ulteriore tratta del tracciato lunga circa 4 km con altre 3 stazioni, mentre non sono stati reperiti finanziamenti per il completamento dell'opera. La cadenza dei treni è di 12 minuti tra le stazioni di Pantano ed Alessandrino e di 6 tra Alessandrino e Lodi dalle 6:00 alle 20:30 , mentre dalle 5:30 alle 6:00 e dalle 20:30 alle 23:30 la cadenza è di 12 minuti sull'intera tratta. Nella parte orientale utilizza in parte il tracciato superstite della vecchia ferrovia Roma-Fiuggi e gli interscambi previsti con le altre linee saranno a San Giovanni e Ottaviano (linea A) e Colosseo (linea B). Inoltre è previsto un nodo di scambio con le Ferrovie Regionali (FL1 ed FL3) alla stazione Pigneto, con il tombamento del vallo ferroviario attualmente esistente. Particolarità della linea è che i convogli sono i primi a Roma a essere senza conducente.

 

Informativa sui Cookie

Informativa ai sensi dell’art. 13 D.LGS. 30 giugno 2003 n.196. Nbts.it utilizza i cookie per migliorare l'esperienza di navigazione. Per leggere di più su i cookie utilizzati interni e di terze parti visita la pagina dedicata. Continuando a navigare sul sito acconsenti all'uso dei cookie.