Tour: Dancalia, dove l'inferno è paradiso

Tipologia : viaggio individuale effettuato in fuoristrada nella regione di Harar e nella depressione della Dancalia, uno dei luoghi più spettacolari e incredibili della terra.
Durata : 13 gg / 10 notti

Codice : ETTC1302
Partenze individuali : tutti i giorni, minimo 2 persone.
Partenze di gruppo : non effettuate, tuttavia possiamo fornire il viaggio a gruppi precostituiti.
Periodo indicato : : da ottobre a marzo, sconsigliato il resto dell'anno.

 

       

 

 

Introduzione : Viaggio in Etiopia effettuato con mezzi fuoristrada alla scoperta della Regione di Harar e della Regione della Dancalia, uno dei posti più inospitali della terra ma dal fascino unico e magico. La zona toccata dal tour è il crocevia commerciale tra il corno d’Africa e la Penisola Arabica. Questo itinerario può considerarsi impegnativo in quanto prevede numerosi pernottamenti in tenda consecutivi, per permettere la traversata della depressione della Dancalia e il deserto dancalo. Il viaggio si snoda attraverso un paesaggio che sembra di un altro pianeta, e viene effettuato seguendo le rotte delle carovane degli Afar. Questi, utilizzando i cammelli, trasportano il sale verso i mercati locali. Il sale è l’unica risorsa commerciabile della zona. Un po’ di sacrificio è però ampiamente ripagato da panorami davvero unici al mondo, con la scoperta degli incredibili colori del lago Assale, dei soffioni colorati di Ala Lobet e del magnifico spettacolo del lago di lava del Vulcano Erta Ale, dove dalla caldera si può osservare uno dei pochissimi vulcani attivi, in un’area tutta geologicamente segnata da un’imponente attività vulcanica. Lo spettacolo è impressionante e suggestivo e ricorda da vicino una descrizione dantesca del regno degli inferi.

1° giorno, lunedì : Italia – Volo
Partenza dall'Italia con volo di linea, notte in volo.
Pasti : -/-/-

2° giorno, martedì : Addis Abeba
Arrivo ad Addis Abeba nelle prime ore del mattino, trasferimento in hotel, mattinata a disposizione per il riposo. Nel pomeriggio, visita della città di Addis Abeba, capitale dell'Etiopia. Città giovane in rapida trasformazione venne fondata da Menelik II la cui regina Taytu dette il nome di Addis Abeba 'Il nuovo fiore', ponendo cosi fine alle capitali itineranti del più antico stato a sud del Sahara. Visita dei luoghi e monumenti più significativi della città, tra cui il Museo Nazionale.
Pasti : -/-/C

3° giorno, mercoledì : Addis Abeba – Volo - Dire Dawa - Harar
Dopo la prima colazione, trasferimento in aeroporto ed imbarco sul volo diretto a Dire Dawa.Arrivo e visita del mercato di Kefira. Proseguimento in direzione Est per Harar mediante un percorso di due ore circa. Arrivo ad Harar, che in passato fu un importante nodo commerciale tra il Corno d’Africa e la Penisola Arabica. Considerata la quarta Città Santa dell’Islam, breve visita della città con le sue moschee e le bianche case situate all’interno delle mura. Sistemazione in hotel, cena e pernottamento.
Pasti : C/-/C

4° giorno, giovedì : Harar, i mercati e la valle delle meraviglie
Il giovedì mattina, presso il villaggio di Babile, si tiene il mercato dei dromedari. Visita dell’affascinante mercato che viene allestito su una panoramica spianata; entreremo in contatto con la popolazione e noteremo dai vestiti delle donne, dai colori e dagli abiti, la forte vicinanza alla Somalia. Escursione nella valle delle Meraviglie, caratterizzata da curiose formazioni geologiche. Nel pomeriggio rientro ad Harar e visita del mercato della città. Rientro in hotel, cena e pernottamento.
Pasti : C/-/C

5° giorno, venerdì : Harar - Parco Nazionale Awash
Dopo la prima colazione, partenza in direzione del Parco Nazionale Awash. Il Parco prende il nome dall’omonimo fiume che attraversa il territorio. Il Parco Nazionale Awash è dominato dal cratere del Monte Fantale, attualmente spento. Nel pomeriggio effettueremo un game drive alla scoperta delle diverse specie animali che abitano il parco: orici, kudu, babbuini ed alcuni predatori tra cui leoni, leopardi e iene sono solo alcuni degli animali che potremo incontrare. Sistemazione in hotel, cena e pernottamento.
Pasti : C/-/C

6° giorno, sabato : Parco Nazionale Awash - Loghia - Geiser di Ala Lobet - Samera
Partenza con i mezzi in direzione di Loghia, nella straordinaria regione della Dancalia. Da questo momento entriamo in un vero e proprio viaggio in un altro pianeta, quello per raggiungere il deserto dancalo, seguendo le rotte delle carovane delle genti Afar che portano il sale, unica risorsa commerciabile dell’inospitale depressione della Dancalia, per scambiarlo con prodotti agricoli, beni di prima necessità. Il termine “dancalo”, deriva da dankal, che è il nome con il quale gli arabi chiamano gli afar. Con lo stesso nome gli afar sono chiamati anche da tutte le altre popolazioni che li circondano. Gli esploratori italiani della regione si sono trovati di fronte a popolazioni che usavano il termine dankal e quindi l’hanno adottato. E alla regione hanno dato il nome di Dancalia. Gli etiopi chiamano la regione desertica a nord dell’Auasc “Afar barahà”, che significa “Deserto degli Afar”. Oggi, dopo la costituzione dell’Etiopia in una federazione di stati su base etnica, la regione degli Afar ha il nome ufficiale di “Afar Kilil”, cioè Stato (o Regione) degli Afar. Nel pomeriggio visita dei Geiser di Ala Lobet. Tutta la regione è interessata infatti da fenomeni di vulcanismo secondario che creano dei paesaggi dalle colorazioni straordinarie. Ritorno a Samera, cena e pernottamento.
Pasti : C/P/C

7° giorno, domenica : Loghia - Lago Afdera - Kroswot - Il Vulcano Erta Ale
Dopo la prima colazione partenza in 4x4 per arrivare lungo le sponde del Lago Afdera. Arrivo e visita del lago Afdera, situato a 140 metri sotto il livello del mare, è uno specchio d’acqua salmastra circondato da neri basalti. Ha un aspetto imponente ed è circondato da alcune sorgenti termali, provenienti dal sistema dell’Erta Ale che lo alimentano. Breve visita delle saline e delle sorgenti termali intorno al lago e poi proseguimento per raggiungere il villaggio di Kroswot, punto di partenza per raggiungere il vulcano. Qui incontriamo i portatori con i cammelli necessari per l’ascesa fino all’orlo della caldera. Posa del campo alla base del vulcano, cena e pernottamento.
Pasti : C/P/C

8° giorno, lunedì : Il Vulcano Erta Ale
La mattina prima dell’alba cominceremo il trekking  di circa 4 ore per arrivare  al cratere. L’ascesa non è particolarmente impegnativa per il tipo di terreno e il dislivello, ma è resa molto faticosa dalla temperatura. Il caldo obbliga a muoversi prevalentemente nelle ore meno torride, come fanno di abitudine gli Afar, che camminano per poche ore e altrettante ore riposano. Si arriva in cima con un convoglio un po’ appesantito dalla grande quantità di acqua, che è indispensabile portare perché non esistono pozzi o sorgenti in questo luogo lunare. Arriviamo nel pomeriggio sull’orlo della caldera, che permette di osservare uno dei pochissimi vulcani attivi, in un’area geologicamente segnata da un’imponente attività vulcanica. Giornata dedicata all’esplorazione della caldera del vulcano. Nella mattina realizzeremo una passeggiata lungo il crinale nella caldera principale dove si aprono due crateri. Da qui è possibile ammirare tutti i dettagli del sistema vulcanico, di cui Erta Ale fa parte. Si potrà, inoltre, osservare i differenti strati di lava che hanno disegnato le affascinanti colate. Inoltre, avremo forse la possibilità di contemplare il grande spettacolo del lago di lava (il livello del lago di lava cambia e non è sempre visibile). Vedere il tramonto da questa prospettiva e gustare a fondo questo luogo, sarà un’esperienza unica che difficilmente si dimentica. Ritorno al campo base.
Pasti : C/P/C

9° giorno, martedì : Il Vulcano Erta Ale - Ahmed Ela
Si discende dal vulcano sfruttando le ore più fresche della giornata sino al ritrovo dove ci attendono i mezzi 4x4. Partenza per Ahmed Ela seguendo le rotte delle carovane delle genti Afar che portano il sale, unica risorsa commerciabile dell’inospitale depressione della Dancalia. La popolazione utilizza il sale per scambiarlo con prodotti agricoli, beni di prima necessità. Sosta in un villaggio lungo il percorso. Sistemazione al campo, cena e pernottamento.
Pasti : C/P/C

10° giorno, mercoledì : Ahmed Ela - Dalol – Assobole
La mattina presto assistiamo alla suggestiva cerimonia dei carovanieri e capiremo come vengono assegnati i lotti e gli ordini per l’estrazione del sale. Assale in dancalo significa monte rosso, e, infatti, il lago prende il nome da due spuntoni di solfato di magnesio reso rosso dall’ossidazione. Qui si raggiunge la maggiore depressione della Dancalia etiopica: 116 metri sotto il livello del mare. L’Assale è un lago mobile, che raggiunge la profondità massima di un paio di metri e si sposta con i monsoni su una pianura perfettamente liscia: d’estate scivola a nord, potendo raggiungere e superare Dallòl, d’inverno si sposta a Sud a ridosso dei vulcani del gruppo dell’Ertale. Il sale è estratto dai tigrini dell’altopiano che, ritmando i gesti con canti e grida, con un rudimentale piccone provvedono a scavare ed estrarre zolle di sale di misura adatta ad essere poi ritagliate in ganfùr, cioè in mattonelle di varie misure. Accanto a loro gli Afar del deserto, servendosi di una specie di spatola larga e robusta, squadrano le mattonelle: non usavano il metro, ma col solo aiuto di un occhio infallibile e di una mano esperta riescono a ricavare mattonelle di sale perfettamente uguali, salvo la diversa pezzatura. I ganfùr vengono prodotti in pezzi di 4, 6 e 8 kg. Si dice che lo strato di sale qui sia spesso un chilometro. Ogni lavoratore estrae o ritaglia 300 ganfùr al giorno. Il lavoro di questa gente è massacrante: due ore di cammino per raggiungere il posto di lavoro, portando con sé l’acqua ed il frugale cibo per la giornata e, dopo sette ore di lavoro, altre due ore per tornare a casa. La temperatura varia dai 40 ai 60 °C all’ombra, ma la temperatura al suolo è ovviamente più alta. Nella stagione calda i lavoratori si proteggono dal sole riparandosi sotto la loro futa (scialle) sostenuta da quattro bastoni. Si riposano il venerdì, giorno di preghiera per gli Afar, e la domenica, sacra ai cristiani dell’altopiano, che si sono ormai abituati al caldo e sono diventati resistenti ai colpi di calore e alla disidratazione. Il lavoro viene sospeso durante la stagione delle piogge dell’altopiano, che rende la via carovaniera impraticabile. Lasciato questo inferno dantesco ci introduciamo in un altro fantastico luogo dove possiamo trovare le emissioni geyseriane di cloruri diversi: Dalol, una collina irreale che si erge come un’isola sul deserto di sale. Tutta la regione è interessata da fenomeni di vulcanesimo secondario, che creano dei paesaggi dalle colorazioni straordinarie. Visita del lago Karoum e del villaggio Afar di Assobole, dove poseremo il campo per la notte. Cena e pernottamento.
Pasti : C/P/C

11° giorno, giovedì : Assobole – Gheralta (o Wukro)
Dopo la colazione, escursione per effettuare una passeggiata lungo il fiume Saba, nome dato in onore della misteriosa regina. Nel pomeriggio trasferimento a Gheralta o Wukro, visita al mercato di Wukro, cena e pernottamento in hotel.
Pasti : C/-/C

12° giorno, venerdì : Gheralta (o Wukro) - Makallè - Volo - Addis Abeba - Volo
Dopo la prima colazione, trasferimento a Mekelle con la visita di 2 chiese rupestri lungo la strada (suggeriamo la visita di Abraha Atsebeha e di Debre Tsion). Arrivo a Makalle, sistemazione in hotel (disponibile in day use), e successivamente trasferimento in aeroporto in tempo utile per l’imbarco sul volo diretto ad Addis Abeba in coincidenza con il volo internazionale di rientro in Italia.
Pasti : C/-/C

13° giorno, sabato : Italia
Notte in volo, arrivo in Italia.
Pasti : -/-/-

Tariffe

Quota di partecipazione :

 

€ 4.495

€ 3.615

€ 3.295

€ 2.995

Valida fino al 30APR2020

 

2 persone

3 persone

4 persone

6 persone

Cambio euro / dollaro usd

1,10

       

- I prezzi indicati si intendono per persona e si riferiscono a dei tour individuali con servizi ad uso esclusivo.
- Cambio : una variazione del +/- 3% del tasso di cambio potrebbe portare ad un ritocco delle quote.
- Si applicano le condizioni del contratto di viaggio che si trovano sul sito www.nbts.it.
- I prezzi di tasse e imposte non dipendono dalla nostra volontà e possono cambiare senza preavviso.

La quota include:
- Volo di linea Ethiopian Airlines/KLM in classe economica, tasse aeroportuali escluse
- Volo interno Addis Abeba - Dire Dawa
- Volo interno Makallè - Addis Abeba
- Sistemazione negli hotels/ tenda indicati in camera doppia
- Trattamento pasti come indicato nel programma (C/P/C = Colazione/Pranzo/Cena)
- Trasferimenti in 4x4 con carburante e autista in Dancalia e Tigrai
- Trasferimenti con minibus ad Addis Abeba e Harar (fino ad Awash)
- Veicolo di appoggio in Dancalia con materiale da campo (eccetto il sacco a pelo e cuscino), cucina e cuoco professionale
- Visite ed escursioni come da programma
- Veicoli di Sicurezza nella zona di Afar e dove necessario
- Guida parlante italiano/inglese, a seconda della disponibilità
- Tasse d’ingresso a parchi, musei e chiese indicati nel programma

La quota non include:

- Tasse aeroportuali, circa 220 euro (quota da confermare in fase di prenotazione)
- Spese di ottenimento Visto Etiopia, 50 USD circa 48 Euro (da pagare in loco)
- Eventuali tasse aeroportuali, di sicurezza e tasse doganali terrestri pagabili solamente in loco
- Mance per guida e autista
- Pasti non indicati
- Bevande
- Facchinaggio
- Permessi per fotocamera - videocamera
- Extra personali
- Quota gestione pratica (include assicurazione medico bagaglio annullamento)
- Quanto non indicato alla voce "la quota include"

Supplementi:
- Eventuale supplemento dovuto alla reale disponibilità del volo di linea, da comunicare
- Supplemento camera singola, da comunicare
 

Sistemazioni alberghiere

Cat.     Hotel previsti o similari         Località                       Notti

3*        Sabon Hotel                              Addis Abeba                  1
4*        Ras Hotel                                  Harar                            2
-*         Awash Falls Lodge                     Awash                          1
-*         Kuriftu Resort                           Semera                         1
-*         Campo mobile                           Vulcano Erta Ale            2
-*         Campo mobile                           Ahmed Ela                    1
-*         Campo mobile                           Assobole                       1
-*         Gheralta/Wukro Lodge               Makallè                         1
 

Informativa sui Cookie

Informativa ai sensi dell’art. 13 D.LGS. 30 giugno 2003 n.196. Nbts.it utilizza i cookie per migliorare l'esperienza di navigazione. Per leggere di più su i cookie utilizzati interni e di terze parti visita la pagina dedicata. Continuando a navigare sul sito acconsenti all'uso dei cookie.