Informazioni Emirati Arabi Uniti

Documenti e visto: necessario e con validità residua di almeno sei mesi al momento dell’ingresso negli Emirati Arabi Uniti. Per le eventuali modifiche relative alla validità residua richiesta del passaporto, si consiglia di informarsi preventivamente presso l’Ambasciata o il Consolato del Paese presente in Italia o presso il proprio Agente di viaggio. Si segnala che i controlli alle frontiere di ingresso sono stati resi più stringenti e approfonditi in conseguenza del deterioramento della situazione nella regione e vi sono stati casi di diniego dell’ingresso nel Paese di cittadini italiani e dell’Unione Europea per non meglio precisati “motivi di sicurezza”. Per quanto riguarda il visto, dal 7 maggio 2015, è entrata in vigore l’esenzione dal visto EAU per corto soggiorno (sino a 90 giorni ogni 180) a favore dei cittadini UE che intendano recarsi negli Emirati Arabi Uniti. Si attira l'attenzione sul fatto che ciò potrebbe rendere più difficile la pratica, sempre sconsigliata e di fatto elusiva delle norme di immigrazione emiratine, di prolungare i soggiorni senza visto attraverso viaggi lampo in Oman.

Clima: attraversato dal Tropico del Cancro, il Paese ha un clima in prevalenza desertico e arido, con inverni molto miti e soleggiati, ed estati caldissime, forti escursioni termiche e tassi di umidità che, nei mesi più caldi, raggiungono anche il 90%. Durante il periodo estivo (giugno-ottobre) si registrano valori tra i 35 e i 50 gradi. Nella stagione invernale la temperatura scende a livelli più accettabili: 20-35 gradi di giorno e non meno di 15 gradi la notte. Le precipitazioni sono molto rare e raggiungono, nelle zone pianeggianti e costiere e nelle regioni montuose, rispettivamente i 4,2 ed i 15 cm annui. Tutto l'anno, ma soprattutto in primavera, gli Emirati Arabi Uniti possono essere interessati da forti venti, che possono sollevare tempeste di sabbia e polvere. Il periodo migliore per visitare gli Emirati Arabi Uniti è l'inverno, da dicembre a febbraio, che è una stagione piacevole e soleggiata, e inoltre consente di evitare la canicola che avvolge il Paese per molti mesi all'anno. Per fare i bagni, i mesi migliori sono marzo e novembre (con una preferenza per novembre, perché il mare è più caldo), perché quando fa troppo caldo è un'impresa anche prendere il sole.

Temperature in °C min/max nella capitale:

 

GEN

FEB

MAR

APR

MAG

GIU

LUG

AGO

SET

OTT

NOV

DIC

Abu Dhabi

12/24

12/25

16/29

19/33

23/38

25/40

28/42

29/42

26/40

22/36

18/31

14/26


Tabella delle piogge nella capitale:

 

GEN

FEB

MAR

APR

MAG

GIU

LUG

AGO

SET

OTT

NOV

DIC

Precipitazioni Mese (mm)

4

42

25

7

0

0

0

0

0

0

2

9

Giorni di Pioggia Mese

1

4

4

1

0

0

0

0

0

0

0

2


Abbigliamento: in inverno è meglio prediligere vestiti leggeri per il giorno, maglione e giacca per la sera e le giornate relativamente fredde, foulard per il vento. In estate invece vestiti leggerissimi, coprenti e in tessuto naturale (cotone o lino), turbante da deserto, golfino per i luoghi con l'aria condizionata, un foulard da usare se si entra in moschea o per proteggersi in caso di tempeste di sabbia, occhiali da sole; attrezzatura per snorkeling, scarpe acquatiche o con suola in gomma per la barriera corallina. Per le donne è meglio evitare calzoncini e minigonne al di fuori dei club turistici. Non dimentichiamo di portare i costumi e le creme solari.

Valuta: la moneta è il Dirham (AED), suddiviso in 100 fils. Esistono banconote da 5, 10, 20, 50, 100, 200, 500 e 1000 AED; hanno dicitura bilingue, ma numeri solo arabi. Le monete sono da 1 (rarissima), 5, 10, 25 e 50 fils: tutti gli importi vengono arrotondati ai 25 fils; il testo è solo in arabo con numeri in arabo. Facile la conversione di dollari americano o euro presso banche, uffici di cambio presenti ovunque soprattutto a Dubai e ad Abu Dhabi, presentando un documento di identità. Per gli acquisti nei souk (mercati) è meglio avere dei contanti. Le maggiori carte di credito sono comunemente accettate (American Express, Cirrus, Global Access, MasterCard, VISA.

Elettricità: la corrente elettrica è a 220 volt e le prese di corrente sono di tipo inglese/americano (C/D/G). Si consiglia di munirsi di adattatore universale.

Fuso Orario: 3 ore in più rispetto all’ora in Italia, 2 quando vige l’ora legale.

Lingua: la lingua ufficiale negli Emirati Arabi è l’arabo. Diffusa la lingua inglese. I cartelli, la segnaletica e i documenti ufficiali sono in arabo, ma sempre accompagnati da una traduzione in inglese.

Acquisti: fare acquisti è una esperienza unica. I più avveniristici centri commerciali non sono solo luogo di shopping, ma anche ritrovo, divertimento per adulti e piccini, ristoranti, etc. A fianco di questi nuovi luoghi d’incontro, rimangono i souk (mercati) più tradizionali dove l’arte del contrattare il prezzo fa parte dell’acquisto stesso. Ad Abu Dhabi, sono nati nuovi centri commerciali dove i brand più rinomati sono molto ben rappresentati. Per andare sul tradizionale si possono acquistare: pashmine, realizzata in pura seta o cashmere con bellissimi colori; splendidi tappeti realizzati a mano provenienti dall’Iran e dalla Persia; diversi oggetti in oro soprattutto nel mercato di Dubai Gold Souk Deira; Oudh e Bakhoor che sono due delle più diffuse fragranze della vasta gamma dei profumi arabi; le spezie che hanno un gusto ed un aroma inconfondibili; il cioccolato che è una prelibatezza con varietà provenienti da diverse parti del mondo; incenso e mirra che sono uno dei must-have; i buonissimi datteri, ad esempio i Battel che sono ripieni di mandorle e ricoperte di cioccolato; abbigliamento etnico con colori caldi ed avvolgenti, ad esempio nelle gallerie Showcase o Creative art.

Cucina: i cibi tipici degli Emirati Arabi non si discostano molto da quelli degli altri paesi mediorientali e quelli della cucina araba. Dubai ed Abu Dhabi hanno una vasta gamma di ristoranti, fast food, buffet con cucina che origina da ogni parte del mondo, visto la moltitudine di stranieri che li visitano e ci risiedono. La maggior parte, per non dire la quasi totalità dei ristoranti, si trova nei grandi centri commerciali e negli hotels. Una buona zona a Dubai, per trovare ristoranti tipici è nei pressi del suq delle spezie e nel quartiere di Bastakiya. La cucina è ricca di spezie (cardamomo, coriandolo, cumino, curcuma) e non si può fare a meno del couscous preparato con carne, pesce, verdure e del favoloso, leggero e morbido pane arabo (khobs), del pollo alla griglia (dajaj), degli spiedini di carne d’agnello speziato (kefta), le polpette di ceci fritte (falafel), la crema fatta con ceci macinati e ridotti in poltiglia, macerata con aglio, olio d’oliva e succo di limone (hummuss). Alcuni dei piatti tipici sono: lo Stuffed camel (cammello ripieno); Al Harees, un piatto dal sapore esotico composto da carne e grano; Shawarma è il cibo più mangiato in questo Paese e può essere preparato con agnello o pollo, per renderlo più saporito si aggiunge una salsa di aglio, sottaceti e pomodori il tutto avvolto nel pane arabo. Si ricorda che nei ristoranti, se non diversamente indicato, e comunque solo per stranieri, non è servito alcool, le bevande tipiche sono sempre il caffè arabo, il tè alla menta (shai na’a na’a) e l’aspro latte di cammella.

Telefono: per telefonare negli Emirati Arabi il prefisso internazionale è 00971. Per telefonare in Italia il prefisso è 0039. La telefonia mobile è molto diffusa, ma usando le convenzioni stipulate in Italia anche abbastanza cara. Suggeriamo di comprare ed attivare una SIM locale, ma attenzione perché dal 1° gennaio 2018 telefonate skype e Facetime, etc sono state bloccate, quindi bisogna assicurarsi che con l’acquisto della SIM ci sia incluso tale piano telefonico.

Unità di misura: nel paese vige il sistema metrico decimale.

Disposizioni sanitarie: non sono richieste vaccinazioni particolari. Consigliamo di portare con sé i medicinali personali, un piccolo pronto soccorso. Il settore sanitario è buono con numerose cliniche private. Si consiglia di lavarsi le mani frequentemente, di evitare di consumare cibi crudi e di evitare contatti ravvicinati con fattorie o animali selvatici.

Sicurezza e situazione sanitaria: consigliamo di fare riferimento al sito del Ministero degli Affari esteri: www.viaggiaresicuri.it 

 

 

 

Facebook-icon 2  Instagram-icon 2  Twitter-icon 2  Pinterest-icon 2  Youtube-icon 2  Flickr-icon 2

COPERTINA-PRIVATI300

nbts blogh

COPERTINA-RUBRICHE-CUCINA-3

COPERTINA-GRUPPO

nbts_segnalibro_300

Informativa sui Cookie

Informativa ai sensi dell’art. 13 D.LGS. 30 giugno 2003 n.196. Nbts.it utilizza i cookie per migliorare l'esperienza di navigazione. Per leggere di più su i cookie utilizzati interni e di terze parti visita la pagina dedicata. Continuando a navigare sul sito acconsenti all'uso dei cookie.